Archive for novembre 2007

Un solo piccolo commento

novembre 30, 2007

SAVOIA FUORI DALLE PALLE!!!

Non è ne politica ne roba del genere, siete solo delle perfide sanguisughe NON ITALIANI! e pretendete anche dei soldi, andate a morire ammazati pezzenti cocainomani!

I love polygen – 2

novembre 26, 2007

Mi ero scordato di questo! sembra davvero un testo dei Verdena!!!

Il suicidio dell’impero

Sono anormale ovunque (x2)

Ritornello:
vedi blu e non ti senti nero
non so supersfogo che non dorme non so supersfogo che non respinge non so supersfogo che non c’e’

e ora la pioggia in vena
condenso spesso un po’ di me e te in me, fa male (x4)
offendimi nel blu come la tua medusa lesbica

Ritornello:
vedi blu e non ti senti nero
non so supersfogo che non dorme non so supersfogo che non respinge non so supersfogo che non c’e’

niente soffoca (x5)

I love polygen

novembre 26, 2007

Da quando ho scoperto che qualcuno l’ha pacchettizzato anche per mac Polygen per mac , passo le ore…ma che dico le giornate con il tool supremo del cazzeggio!! vi passo un po di output geniali:

Oroscopo di polygen:

Scorpio :  24 Agosto – 21 Settembre

Con lo sforzo del Sole, non sarete nelle condizioni di fallire in ogni ostacolo, come avevate preventivato. Negli affari, non cercate di innamorarvi del primo scaricatore di porto che trovate; in amore, nonostante la vostra determinazione, procuratevi pure una tisana di budella ai ferri se vi riesce; per quanto riguarda il lavoro, la vostra compagna di ufficio si innamorera’ di voi e, per quanto riguarda la salute, gozzovigliate magari con un decotto tonificante. Per tutti Lui nati nel 1941 di ascendente Acquario, debole affinita’ ormonale negli affari con i nati nella prima decade.

Gusto:

Il vino di oggi e’ un Pinot degli Euganei. Va abbinato con lardo, scamorza, e fritto misto. Caratteristica cromatica estremamente gialla paglierina, spettrograficamente impostato sul rosso, riflesso mediamente rose’ e riflesso rose’. All’olfatto, il profumo e’ di tabacchi. Al palato e’ legnoso, sinottico e manovriero.

Una delle più belle  Studio Aperto:

Salve e benvenuti a questa accozzaglia di stupidagini di Studio Aperto.

Cominciamo con la politica. Una vicenda commovente quella che vede per interprete il piccolo di asino Vasalfe, terrore degli abitanti di Bazzano, in Barbagia.
Il tenero cucciolo e’ nato grazie a Umberto Bemetuba che lavora al lupanare di Cantu’ e che ha curato il piccolo bestiolo per ben 529 lustri.
Passiamo la linea alla nostra inviata Katia Quamigi per l’intervista.

“Come funziona l’unghia del piede?” “Mio cugino Gianpuzzo”.
“Perche’ fai uso illegale di polygen?” “Martedi’”.

Bene, ringraziamo la nostra inviata e ora una tragedia. Importante tragedia sfiorata 243 mesi fa a Bazzano: La suffragetta Maria Ifigonia Cogigo’ si e’ fatta scacazzare dentro al consolato di Tuvalu, facendo fuori anche Maria Bernarda Pebofaco’, presidentessa della P2. Roventi stronzate da parte della P2. Il sindacalista Susiva considera tale incontro schifosamente spaventoso, senza si’ e senza quindi.
E ora una tragedia. Importante attentato l’altro ieri a Rio de Janeiro: La femminista Viscarda Busiqueri si e’ fatta esplodere dietro al palazzo del potere temporale della Chiesa, inchiappettando anche Ermete Noloneli, parassita. Incazzate repliche da parte dell’opposizione. Il dottore Zatidimati considera tale comportamento tremendamente comunista.
E ora passiamo alla cronaca. Il mondo dello spettacolo e’ in subbuglio da quando la velonza Maria Enrica Toteti ha posato ignuda per il calendario della rivista per onanisti  “Onanismo Oggi”. La nostra inviata Helder Raniqui l’ha fermata al party di un pub di Tripoli.

“In che modo pratichi la dendrofilia?” “Perche’ e’ cosi'”.
“In che modo sei gay?” “Ieri”.
“In che modo ti rende incline alla coprofagia?” “Mio bisnonno Ermete”.
“Quando hai una fidanzata?” “Rosso”.
“In che modo hai su per il culo?” “Lunedi’”.
“Cosa esistiamo?” “28”.

Bene, per oggi e’ tutto, dopo di noi andra’ in onda Studio Sport, poi le previsioni del tempo.

Buonasera a tutti tranne gli abitanti di Nukualofa e a domani.

E per finire il non-plus-ultra-meglio più più!!!  Unieuro:

  • Pronto… il nudismo e’ il profumo della vita!!!!!
    Vieni anche tu, dai!
    Ho visto poeti di un’altro mondo! Televisori che ridono!!!!!!
  • Pronto… l’ottimismo vola!!!!!
    Vedo computer fra le nuvole, lampade che pensano!
  •  Ciao Giaaaanniiiiii!

    **SPLATCH**

    Oh!Oh! Che bello!!! Un passerotto mi ha sganciato una bella pataccata del suo ottimismo in un’occhio!
    E’ proprio vero che il dadaismo e’ il profumo della vita!!!
    Alla UniEuro ho visto stereo che si muovono, commesse che ti vogliono conoscere!

  • Pronto… ciao Giaaaanniiii!!! Sono masochista!
    Vedo lombrichi che appaiono dal nulla… montagne che parlano!
  • Giaaaanniiii! L’ottimismo e’ il profumo di quella gnocca di tua sorella!
    Vedo farfalle che sognano!!! Oggetti che mi vendono la droga!

Ne metterei centinaia ma mi fermo perchè ho il gatto sul gas!! statemi bene!

Vecchie pubblicità…

novembre 26, 2007

Se nei prodssimi giorni vedendo questa pubblicità della sony:

vi dovesse stranamente venire voglia di comprare un imac di quelli tutti colorati, non vi meravigliate:

Non c’è che dire, molta fantasia!

Altro che download manager!!

novembre 17, 2007

Lo so, lo so! sono sparito dalla circolazione, non mi si vede più da un pezzo, non penso più agli amici! giustificatemi con il fatto che ho superato il parziale di analisi numerica, e in più lo scritto di programmazione, quindi ho avuto un po’ di roba da fare, ma, come i più crudeli killer, torno sempre nel luogo dell’omicidio (di chi o cosa non si sa)!

Ho deciso quindi di ritornare alla grande con qualcosa che si può rivelare utile per molti: un piccolo riassunto delle cose che si possono fare con il fantastico comando wget.

cit. da Wikipedia;

GNU Wget è un software per lo scaricamento di file da Internet, parte del progetto GNU. Supporta i protocolli HTTP, HTTPS e FTP

Può dunque egregiamente sostituire i nostri malfunzionanti, costosi, limitati o semplicemente fastidiosi download manager.

L’uso più semplice è ovviamente:
wget http://url.del.sito/file
ad esempio
wget http://soulplace.altervista.org/Foglietto.pdf (E’ un riassunto per Decisioni Organizzative 🙂 )
ma può anche essere usato per scaricare un intero sito in locale (mirroring)
wget -mirror http://url.del.sito/
mentre scrivendo solo
wget http://url.del.sito/
si scarica l’indexdel sito (aggiungendo l’opzione -r si scarica l’index e eventuali immagini).
Nel caso in cui il download si interrompa, per riprendere dallo stesso punto in cui ci siamo fermti basterà lanciare
wget -c http://url.del.sito/

Insomma di cose belle da fare ce ne sono molte, ma qualcuna richiede un po’ di ingegno in più. Su molti siti possono essere presenti sistemi di blocco del download di massa per salvaguardare la banda. in questo caso il download di tutti i file di una directory in una botta sola sarà impossibile in maniera diretta. In questo caso abbiamo 2 alternative. Se abbiamo già una lista dei file contenuti nella directory che ci interessa basterà passare la lista come parametro a wget, ovvero:
wget -i lista.txt
dove lista contiene il percorso completo ad ogni file, oppure ci possiamo trovare nel caso in cui cio’ che vogliamo scaricare è sistemato in un preciso ordine (ad esempio numerico crescente). In questo caso basterà un piccolo script in sh per automatizzare l’operazione di download (n.b. è possibile limitare la banda occupata da wget per non interferire con la nostra navogazione usando il parametro --limit-rate=RATE dover rate è la banda riservata a wget):
nel caso volessimo scaricare file di tipo .jpg numerati da 0 a 100

#!/bin/sh

for((num=0; num<=100;num++))
do
wget -nc http://url.del.sito/cartella/${num}.jpg
done

il parametro -nc serve a evitare che wget provi a scaricare file che non esistono. Ovviamente ci si può sbizarrire come si preferisce!!

Alla prossima gente!!!

E’ morto l’ultimo giornalista d’Italia.

novembre 6, 2007

“Sono un uomo con i limiti della mia generazione. Ma non ho mai detto quello che non volevo dire, anche se non ho detto sempre quello che volevo dire.”

Lasciate perdere il soggetto al quale è dedicata la lettera di quì sotto, e sentite bene il messaggio…

Siamo 2 spermatozoi…

novembre 5, 2007

Io e me stesso siamo 2 persone molto diverse…forse siamo 2 spermatozoi…ci rifletterò su…

Rete wireless domestica

novembre 5, 2007

Per fortuna ho ritrovato una guida che avevo scritto qualche tempo fa per la creazione di una rete domestica wireless a mio parere molto sicura sia perchè ho utilizzato un ottimo firewall, sia perchè se qualcuo si volesse connettere alla vostra rete, anche se non protetta da nessuna password, ottenere un risultato positivo potrebbe rivelarsi molto difficile…

Questa guida era stata scritta per il TaLUG! Ora è disponibile insieme a numerose altre guide e articoli su Talug@Altervista

Guida per la creazione di una rete domestica wireless, senza essere dei “guru” di informatica.

Preparazione del server

Abbiamo bisogno di:

* Un pc (possibilmente fisso senza problemi di alimentazione); può essere un qualsiai pc, da un pentium 133 a un quad core. Ovviamente se ci dovete lavorare su mentre funge anche da router non vi aspettate prestazioni esaltanti da un pentium 133;
* in sostituzione del suddetto pc, un buon router non sarebbe male, però deve essere pienamente configurabile per le vostre esigenze (ip statici o dinamici, apertura porte ect…)
* 2 schede di rete;
* un acces point che ci permetta di smanettare un po’ su;

* un cavo ethernet patch;

Preparazione client

Abbiamo bisogno di:

* un qualsiasi pc (fisso o portatile) con scheda di rete wireless; vi raccomando caldamente di verificare prima che la scheda wireless sia ben configurata e riconosciuta dal sistema, per evitare spiacevoli inconvenienti.

Armiamoci di un po’ di pazienza e di un buon thè…

Costruzione fisica server

Collegare una scheda di rete a internet (con il vostro operatore) e l’altra all’acces point. Accendete il tutto e passiamo alla configurazione.

Indirizzi di esempio (ovviamente possono cambiare da router a router e a seconda del tipo di connessione)

eth0 –> scheda collegata ad internet –> 222.222.222.222

eth1 –> scheda collegata all’acces point –> 192.168.1.1(indirizzo statico)

Access point –> 192.168.1.2 (indirizzo statico)

ra0 –> scheda wireless client –> 192.168.1.3 (indirizzo statico)

Programmi usati

Fortunatamente per molti (sfortunatamente per molti altri) non ho usato praticamente mai la riga di comando, ho usato il firewall firestarter per condividere la connessione e il wireless assistant di gnome;

Installazione rete wireless

Come avete già avuto modo di osservare, gli indirizzi della lan sono tutti statici, principalmente per evitare carichi inutili e perdite di tempo nella connessione e per evitare di dover installare un server dhcp (per chi volesse provare è presente un’ottima guida sul portale)

Premesso questo, partiamo dall’access point:

Entrate nel pannello di configurazione del vostro access point e settate l’indirizzo ip statico come segue:

indirizzo ip: 192.168.1.2

Maschera di sottorete: 255.255.255.0

Gateway: 192.168.1.1 (indirzzo della scheda sul server a cui è connesso l’AP)

Di quì potete poi selezionare varie opzioni per la sicurezza e per la gestione banda se il vostro AP lo permette.

Passiamo poi alla configurazione del server:

Come primo passo dovete installare firestarter nel modo che più vi è congeniale, oppure potete fare i seguenti passi sfruttando le vostre conoscenze o altri programmi.

Ritornando a firestarter dovete selezionare la vostra scheda connessa ad inernet (eth0 nell’esempio) e la vostra scheda di rete per la lan (nel nostro caso eth1) e dovete barrare la casella per la condivisione della connessione ad internet.

In questo modo permettiamo al nostro server di svolgere la funzione di NAT (network address translator) per i client.

Usate lo stesso programma per decidere quali porte aprire all’interno della lan eliminando o garantendo determinati sevrvizi (www, p2p, chat, ect…)

Fatto questo passiamo ai settaggi per il client:

La scheda di rete può essere settata in diversi modi: in gnome tramite Sistema –> Amministrazione –> Rete, o da terminale usando i comandi ifconfig e route. per ulteriori informazione consultare le pagine di manuale.

Inserire nome della rete (obbligatorio) e la chiave i rete (qualora fosse richiesta)

Indirizzo ip: 192.168.1.3

Maschera di sottorete: 255.255.255.0

Gateway: 192.168.1.2 (indirizzo dell’acces point).

Adesso dovrebbe essere tutto configurato e pronto per navigare. Ricordate che ad ogni client che aggiungete, dovete modificare le impostazioni della scheda di rete per far si che accetti l’indirizzo statico.

Ricerca collaboratori per corso GNU/Linux a Taranto

novembre 5, 2007

Dovete sempre, almeno una volta al giorno, visitare Linux@Taranto dato che è un bellissimo e utilissimo sito, e poi perchè potreste trovare qualche iniziativa che vi garba… tipo questa. Se avete voglia di collaborare per un corso su GNU/Linux a Taranto, bè…che state aspettando? Babbo Natale? In questo momento non può venire…quindi andateci subito!!!

Foto Linux Day a Brindisi

novembre 5, 2007

Purtoppo io non ci sono, ma i miei cari amici diLinux@Taranto si, ed è un tributo che ci sta sempre bene! Dai che stiamo prendendo il volo!!

Foto Linux Day